HOME > TRATTAMENTO ACQUA > MULTI-PURE


MULTI-PURE - Filtro dell'acqua ad altissima efficienza


Il problema dell'acqua potabile é: come togliere contenuti dannosi lasciando ciò che invece ci fa bene.
Noi siamo fatti per bere acque "intere" naturali, non trattate (torrenti, sorgenti, ecc.), se non vengono pesantemente inquinate da scarichi industriali o fognari.
Tuttavia, persone più sensibili della media possono avere danni o, comunque, fastidi anche da contenuti presenti in quantità fisiologicamente sostenibili (negli acquedotti ne viene controllata ogni giorno la corrispondenza ai limiti prescritti). Analogo discorso vale per il sapore e l'odore.
Quindi, per avere risultati validi per tutti, é necessario trovare il sistema migliore, posto che non possiamo bere acqua distillata.
Addolcitori a scambio ionico, dosatori di reagenti chimici, osmosi inversa, filtri meccanici danno risposte parziali al problema. Quando non creano addirittura effetti collaterali dannosi.
I filtri a struttura composta tengono conto di tutto ciò e, fra questi, si sta imponendo il MULTI-PURE.

DIMENSIONI:
  • diametro: 146 mm
  • h 210 mm
  • peso: 1,2 Kg
Un involucro a due emisferi in acciaio inox con chiusura a vite, una cartuccia filtrante cilindrica, dotazione di tubi e accessori per l'entrata e l'uscita dell'acqua e l'attacco al rubinetto da servire.
TI-SHUI
Il cuore del sistema, la cartuccia filtrante, é costituito da una struttura a tre strati: DIMENSIONI: diametro 112 mm, h 165 mm - peso: 0,7 Kg.
  1. Guaina di cotone raffinato e cellulosa. E' polarizzata con una carica elettrica molecolare superficiale positiva. Trattiene meccanicamente le impurità più grosse e, in tutto il suo spessore, gli inquinanti (anche di minima granulometria) a carica negativa (ioni metallici, micro-organismi, ecc.) solidi, semi-solidi, colloidali.
  2. Cilindro compatto (con cavità centrale) ottenuto pressando una miscela di carboni attivi, cellulosa e polietilene. Tale struttura microporosa non lascia spazi per la formazione di flora batterica. Il lavoro di base dei carboni attivi consiste nell'assorbimento di molte sostanze chimiche, gruppi ionici, colloidali (es. cloro, coloranti) e nella catalizzazione di reazioni chimiche neutralizzanti o di scambio molecolare (es. il cloro libero si combina con il sodio, come nel mare).
  3. Guaina in polietilene che sigilla la cavità del cilindro e compie un secondo filtraggio meccanico finissimo, prima che l'acqua passi nella cavità/collettore che la incanala al tubicino di uscita.
vedi sezione schematica


Il MULTI-PURE é stato testato da:
  • MINISTERO DELLA SANITA' - autorizzazione all'immissione in commercio con dichiarazione di attitudine all'eliminazione o forte riduzione degli inquinanti (anche organici) nelle acque.
  • FOOD AND DRUG ADMINISTRATION (USA) - certificazione di insolubilità, inerzia chimica, assenza di cessioni e capacità di neutralizzazioni e scambi molecolari.
  • NATIONAL SANITATION FOUNDATION (N.S.F. - USA) - Ente morale per lo sviluppo di programmi per la tutela della salute pubblica. Usa per i test protocolli universalmente accettati, con standard molto selettivi. MULTI-PURE é stato sottoposto agli standard 42 (contaminanti "estetici" che alterano sapore, colore, odore) e 53 (contaminanti dannosi alla salute: micro-organismi, trialometani, pesticidi, metalli pesanti, ecc.) ed é risultato nella più alta categoria di merito.
  • UNIVERSITA' DEGLI STUDI di PADOVA, MASSACHUSSETS INSTITUTE OF TECHNOLOGY, USL n° 12 ANCONA, LABORATORIO di IGIENE e PROFILASSi di L'AQUILA hanno fatto test immettendo nell'acqua quantità di inquinanti molto superiori a quelle dei limiti di legge. MULTI-PURE ha sostenuto senza problemi questo surplus di filtraggio.
  • LABORATORI di IGIENE e PROFILASSI di SALERNO e ASCOLI PICENO, SEGRETERIA REGIONALE CAMPANIA U.N.P.I.S.I.; USL n° 8 TOSCANA hanno effettuato test di efficacia nel normale uso a domicilio di utenti, anche in condizioni di impiego molto gravose.
  • UNIVERSITA' di PADOVA (certificato n° 31): filtrando fino a 10.000 litri d'acqua, la rimozione degli inquinanti non é mai stata inferiore al 99%, perciò calcolando un uso medio di 25/30 litri di acqua per uso potabile al giorno, il filtro può durare almeno un anno.
  • UNIVERSITA' di CAMERINO: il test di efficacia nella rimozione di micro-organismi é stato effettuato anche dopo soste nell'utilizzo dell'apparecchio, per verificare che non ci siano proliferazioni batteriche dovute al fermo dell'acqua.

MULTI-PURE non elimina i sali minerali assimilabili dall'organismo (che hanno struttura chimico/fisica diversa dagli inquinanti), evidenzia la sua saturazione perchè riduce il flusso fino alla sua completa cessazione.

L'unica cosa che MULTI-PURE non fa (così come nessun altro sistema di filtraggio) é di ridare energia all'acqua di rubinetto.
L'abbinamento con TI-SHUI fornisce una sinergia ottimale per bere un'acqua con i valori organolettici che questa ha in natura.


TRATTAMENTO ACQUA

aggiornato:

dicembre 2005