HOME > TRATTAMENTO ACQUA > 6W - SIX WATERS


6W - Six Waters
Filtro, catalizzatore, ionizzatore per acqua

IONIZZAZIONE ED EFFETTI DELL'ACQUA ALCALINA

PRINCIPI FISICI CONNESSI     PREVENZIONE E SOSTEGNO CONTRO LE PATOLOGIE (pdf 75 KB)

Una straordinaria macchina per il trattamento dell'acqua, mossa da un microprocessore programmato per poter ottenere diversi gradi di PH, da alcalino (3 gradazioni: leggera, media, forte), neutro, fino ad acido (2 gradazioni: leggera, forte), e di stato dei soluti, oltre alla depurazione.

Gli organismi viventi hanno bisogno d'acqua che, per dare loro effetti ottimali, dovrebbe fornire stati differenti di composizione dei soluti e PH, tali da sostenere al meglio le varie esigenze fisiologiche.
Esistono infatti acque curative (termali, ecc.) che rispondono a tali esigenze. L'acqua potabile di acquedotto non è così flessibile, ma può essere "lavorata" per portarla in quella direzione con metodi che ricreano processi fisici naturali.
Six Waters


SIX WATERS (circuito AECI: attivazione elettro-chimica, ionizzante) il metodo (ottimo in abbinamento con energizzatore).
Oltre alle circuitazioni fisse che non richiedono manutenzione, la macchina utilizza anche due cartucce-filtro:
- Filtro ceramico, ricco di minerali inorganici a cessione programmata, che trasmette all'acqua alta conduttività, favorendo così l'assimilazione dei nutrienti grazie al fatto che i "comandi" (impulsi bio-elettrici) dal cervello agli organi sono più veloci e potenti e li fanno funzionare meglio.
- Cartuccia con Ultra Filtrazione + Carbone Attivo, perfeziona l'azione antibatterica della filtrazione prima della ionizzazione.

Cartucce filtro a carboni attivi e ceramica (pdf 142 KB)
Cartuccia con Ultra Filtrazione + Carbone Attivo (pdf 176 KB)

Per entrambi i filtri, la resa ottimale sperimentata di circa 3.600 litri, prima che l'acqua incominci a diminuire di flusso o a peggiorare nel sapore e, secondo l'utilizzo, si può pensare a un periodo di almeno 6 mesi prima della sostituzione.

Questo modello è dotato di sistema autopulente che garantisce di non incrostare e intasare cella ionizzante e circuitazione, con evidenti vantaggi per la manutenzione e la durata dell'apparecchio rispetto ai modelli correnti in commercio.

Sintesi degli effetti delle azioni elettro-chimiche del circuito AECI

Specifiche tecniche (pdf 364 KB)

Libretto di istruzioni (pdf 680 KB)

Eliminati o neutralizzati metalli pesanti, composti colloidali e ogni altra sostanza tossica, oltre alla flora batterica patogena, entrano in gioco i differenti gradi di PH, sulla base di queste considerazioni: l'alcalinità dell'acqua (una volta resi assimilabili - e non incrostanti per l'organismo - i vari tipi di calcare: carbonato di calcio, di sodio, di magnesio, ecc.) consente un fondamentale apporto di sali minerali e controbatte l'acidità interna a cui ci portano stress e alimentazione (lo zucchero, ad esempio, è acido e presente in moltissimi cibi e bevande).
L'acidità dell'acqua è invece importante per il lavaggio della pelle, perché ha effetti battericidi e protegge quindi dall'aggressione dei microorganismi.
La forte acidità, in fase di risciacquo, ha effetti di sanitizzazione su tessuti, stoviglie, strumenti, strutture per lavorazione e produzione di alimenti, ecc.


schema di funzionamento
Funzionamento di Six Waters


Display lcd e codice colori (pdf 460 KB)


Six Waters filtro, ionizzatore dell'acqua: caratteristiche funzionali

L'apparecchio eroga 6 tipi diversi di acqua:
  • fortemente acida (2) da non bere Adatta al lavaggio di tessuti e oggetti soprattutto nel risciacquo, per l'effetto anti-batterico (sanitizzazione). Particolarmente adatta alla pulizia di vasi da notte e apparecchi sanitari, stanze da bagno, stoviglie, cucine e ambienti dove si lavorano generi alimentari, strofinacci, abiti da lavoro, ecc.: dopo il lavaggio immergere (o bagnare) per 20-30 minuti;
  • leggermente acida (1) da non bere. Adatta al lavaggio del viso, e quindi alla cura della pelle perché combatte gli effetti della flora batterica di superficie, perciò anche per risciacqui dopo bagni e rasature;
  • purificata (H2O), con PH neutro, ideale per bere abbondantemente in ogni momento, adatta inoltre alla assunzione e diluizione di medicinali, latte in polvere, ecc., diete leggere, per bambini piccoli e per anziani e in convalescenza;
  • leggermente alcalina (1), adatta a chi è nella prima fase del trattamento terapeutico con acqua alcalina. Ottima per cucinare;
  • mediamente alcalina (2), adatta nella fase intermedia del trattamento. Ottima per cucinare, con notevoli effetti sugli alimenti. Adatta alla annaffiatura di piante e fiori. Immergendovi frutti e vegetali facilmente ossidabili (mele, ecc.) questi non scuriscono grazie all'azione sui loro componenti acidi. Si può fare il the con questa acqua, fredda, che in circa mezz'ora di infusione riesce ad estrarre dalla polvere nelle bustine (o foglie) tutti i principi attivi, senza eccessi di "carica", e rende l'infuso non acido e perfettamente digeribile;
  • fortemente alcalina (3), adatta a chi è nella fase avanzata della terapia. Adatta al trattamento pre-cottura di alimenti (lavaggio, ammollo). Adatta alla bollitura di alimenti (specialmente quelli acidi). In particolare, non solo non lascia scurire gli alimenti, ma addirittura li schiarisce. Adatta anche questa alla preparazione di the a freddo.

Effetti depuranti

L'acqua alcalina favorisce fortemente l'espulsione di prodotti di scarto e tossine dal corpo, poiché agisce efficacemente sulla diuresi (e contro la stitichezza), spinge la vescica ad evacuare e stimola la traspirazione (segni tipici delle fasi di ripresa fisiologica e guarigione).

Uso: bere da 2 a 3 tazze al giorno incominciando dalla gradazione più bassa - alcalina (1) - per una settimana: se non si avvertono fastidi passare alle gradazioni superiori nelle settimane seguenti. Le persone più sensibili, all'inizio, potrebbero sentire tracce di odore come di disinfettante e sapore leggermente terroso, ma sono fenomeni che cessano in poco tempo e non sono assolutamente dannosi: in ogni caso, come per tutti i rimedi, ci può essere una reazione iniziale dell'organismo di contrasto al trattamento che lo sta riequilibrando, costringendolo a uscire dallo stato di "abitudine" alla patologia.
Alcune altre applicazioni:
  • cottura del riso. Prima di cuocerlo, lavarlo con acqua acida, poi metterlo a bagno in acqua alcalina (3) per 30-60 minuti. Quando il riso è completamente cotto, diventa "riso ionizzato" che ha un aspetto perfetto come se fosse riso al glutine, che ha un buon sapore e che consente di mantenere la sua fragranza anche per una conservazione prolungata;
  • caffè, the rosso: toglie l'amaro/acido del caffè e l'eccessivo effetto astringente del the rosso, mentre aumenta la loro fragranza;
  • per eliminare l'odore oleoso e renderli più gustosi, immergere carne fresca e verdure astringenti in acqua alcalina (3) per 20-30 minuti;
  • per mantenere la loro freschezza, lavare verdura e frutta con acqua alcalina (3) se devono essere conservate a lungo;
  • l'acqua alcalina è efficace contro i postumi di sbornia quando viene presa prima di dormire o a stomaco vuoto durante il giorno;
  • un cocktail ghiacciato, con acqua alcalina, prende un gusto più morbido e liscio;
  • provare a cuocere cime di bamboo, germogli, tuberi di taro, alghe brune in acqua alcalina (2). Il fondo "piccante" di questi ingredienti verrà eliminato, e solo il loro gusto particolare e delicato si conserverà;
  • il pesce bollito in acqua alcalina perde il caratteristico sgradevole odore;
  • animali: l'acqua alcalina ha un buon effetto contro i disturbi da malattie infettive (soprattutto sui cuccioli: in particolare per febbri da carie), migliora l'aspetto del pelo e facilita il loro sviluppo. Data alle galline, induce l'aumento della deposizione di uova. Negli animali da carne, rende questa più gustosa e tende a mantenerla magra bloccando lo sviluppo del tessuto adiposo.

Suggerimenti per la conservazione dell'acqua

Usare contenitori in vetro, plastica per alimenti o porcellana che abbiano eccellente resistenza alla corrosione. Evitare i metalli, che sono soggetti a corrosione e quindi a cessioni.
Se tenuti in frigorifero, chiudere bene i contenitori: la conservazione ottimale limite suggerita è di 3 giorni (come per tutti gli alimenti). Tuttavia meglio conservarla solo un giorno.

Altre applicazioni, anche terapeutiche (uso esterno)
  • bruciori, ustioni, ferite da taglio, ecc.: poiché l'acqua acida ha poteri astringenti (ed emostatici) e notevole capacità di favorire la guarigione dopo le medicazioni, immergere le parti interessate o applicare cataplasmi o unguenti preparati con acqua acida (2);
  • disturbi a laringe e apparato respiratorio: in caso di gola infiammata o forte tosse, fare gargarismi con acqua acida (1). Irritazioni alle gengive possono essere alleviate massaggiandole con acqua acida (2);
  • piede d'atleta (fungo interdigitale) ed emorroidi: immergere le parti colpite in acqua acida (2) a 38° C per una ventina di minuti al giorno. In particolare per le emorroidi, provvedere a rinforzare l'organismo con alimentazione e cure adatte, lavare la parte 2-3 volte al giorno e applicare cataplasmi tiepidi con medicamenti;
  • fiori recisi: immergete gli steli in una miscela di una parte di acqua acida (2) e due di purificata (H2O). I fiori resteranno freschi a lungo;
  • lavaggio faccia, corpo, capelli: al termine bagnare con acqua acida (anche tiepida) che rende la pelle elastica e previene foruncolosi, lentiggini occasionali, ecc. In particolare, dopo lo shampoo, il risciacquo neutralizza l'alcalinità del sapone e perfeziona la pulizia. Dopo la rasatura, l'acqua acida (1) può essere usata come una lozione per disinfettare e chiudere i pori (nell'insaponatura a pennello, usare acqua alcalina (3) per dilatare i pori). La capacità astringente è riferibile a una lozione cosmetica acida, che tende a drenare, compattare e rendere morbidi ed elastici i tessuti organici.

Riassumendo, perché utilizzare l'acqua ionizzata?

L'acqua trattata con questa rivoluzionaria tecnologia consente di ottenere moltissimi vantaggi:
  • contrasta l'iper-acidità del corpo e ne equilibra il bilancio acido-basico;
  • conferisce proprietà antiossidanti (e perciò rallenta l'invecchiamento fisiologico);
  • disintossica: le scorie acide vengono eliminate con maggior facilità. Diventa ottima (organoletticamente) e molto piacevole da bere (e per cucinare).
  • in particolare è depurata da cloro, metalli pesanti, ormoni, pesticidi, residui medicinali, batteri e germi patogeni.

Sono disponibili documentazioni scientifiche su richiesta.

Posizionamento
Una delle possibilità di posizionamento di Six Waters attorno al lavello di cucina da servire: può essere solo appoggiato su un ripiano, agganciato ai due fori che sono sul retro. Le staffe nella foto danno stabilità e facilità di levare e rimettere l'apparecchio per manutenzioni, anche se sono piuttosto vistose.

Modelli economici (pdf 104 KB)



TRATTAMENTO ACQUA

aggiornato:

ottobre 2011