HOME > TRATTAMENTO ACQUA > E-MAG


E-MAG


Ogni anno vengono spese cifre enormi per risolvere i problemi creati dal calcare che si attacca all'interno delle tubazioni e degli apparecchi in cui circola acqua.

Di seguito elenchiamo alcuni esempi delle conseguenze che si creano e poi aumentano ogni giorno a causa della formazione di incrostazioni calcaree:
  • riduzione della portata dell'acqua;
  • aumento della pressione nelle conduttore (con possibili danni a monte);
  • deterioramento (corrosione) delle condutture con possibili rotture;
  • necessità di interventi con aggressivi chimici per la disincrostazione, con danni conseguenti;
  • intasamento dei filtri e supplementare riduzione della portata dell'acqua;
  • incrostazioni sulle guaine delle resistenze elettriche degli elettrodomestici con loro minor rendimento calorico ed efficienza;
E-MAG

  • inefficienza degli scambiatori di calore (impianti riscaldamento centrali);
  • inefficienza degli apparati per il raffreddamento (come i condensatori per gruppi frigoriferi, e le torri evaporative);
  • inefficienza delle caldaie a muro per la produzione di acqua calda per uso sanitario, sia con accumulo che rapida.
Come si forma il CALCARE (carbonato di calcio e magnesio)?

Nell'acqua sono disciolti in quantità variabile ioni di calcio e di magnesio (sali duri): quando viene riscaldata, i sali precipitano sotto forma di cristalli e si collegano e saldano in catene molecolari che si "aggrappano" ai micro-pori delle superfici interne dei tubi formando uno strato il cui spessore, in continua crescita al passare dell'acqua, porta agli inconvenienti di cui sopra.
Questa forma di cristallizzazione calcarea è detta calcite (lo stesso tipo di materia che forma stalattiti nelle grotte e i calcoli nel nostro organismo).
Si tratta quindi di un composto dannoso e costoso per manutenzione e salute.



Incrostazioni: acqua a 90°.

Nella boccia a sinistra (acqua non trattata) sono evidenti le forti incrostazioni.

Nella boccia a destra (acqua trattata dai magneti) i depositi non sono incrostanti, meno consistenti, e si rimuovono facilmente.
depositi di calcare

CALCITE: acqua a 90°.

Nella foto presa al microscopio, si vede l'incrostazione compatta di Calcite (cristalli "aggrappanti"), lasciata dall'acqua non trattata.
calcite

ARAGONITE: acqua a 90°.

Nella foto si vede la trasformazione della cristallizzazione del calcare, dovuta al forte campo di energia magnetica. Il deposito cristallino è di minore entità ed incoerente, non aggrappante.
aragonite

Modelli E-MAG - Tabella con foto e misure (pdf 311 KB)

Filtri e accessori (pdf 164 KB)

Schemi di montaggio - alcuni esempi (pdf 69 KB)



Alcune referenze
  • Selezione clienti dei magneti permanenti E-MAG per il trattamento dell'acqua:
    AGIP - AIR INDUSTRIE SYSTEM - ALUMIX - ALER - AMSA - ANSALDO AERIMPIANTI - CABOTPLASTIC - CAM MARIANI - CARBOPLASTIC - COMUNE DI MILANO - DALMINE - ENEL - FIOCCHI MUNIZIONI - FONDERIE ABOR - FONDERIE ALBERTINI - FONDERIE PAL - FONDERIE S. AGOSTINO - ILVA - L.F. SpA - MARCEGAGLIA SpA - MONTAGNA SpA - METROPOLITANA MILANESE - NESTLE' SpA - OSPEDALE DI NIGUARDA - PETROLCOMPANY - POLICARBO - POLITECNICO DI MILANO - RODASIDER - SAIPEM - USSL - VISMARA - ZAMACAST
  • E decine di migliaia di installazioni in ambito civile nel corso di oltre 15 anni di attività

 

 

aggiornato:

ottobre 2011