Il problema più grande nei campi di energia potenzialmente pericolosa per l'organismo umano è costituito dalla presenza di raggi gamma ionizzanti dal sottosuolo.

In recenti riunioni di esperti di rilevamenti geo-biologici è emerso un dato impressionante: 3 anni fa, per fermare un raggio gamma emesso dal sottosuolo bastava uno spessore di piombo di 7 cm.
L'anno scorso di 16, e da Fukushima in poi si è arrivati a 28.
In altri termini è aumentata la potenza/intensità di emissione (e quindi la pericolosità) di tali raggi (e si calcola che in media ce ne sia uno ogni 2 metri quadri).

Anche se non ci sono ancora norme di Legge in proposito, l'orientamento è ora di concentrarsi sulla loro ricerca con il solo metodo efficace in assenza di apparecchiature da laboratorio (che non sono agevolmente portatili): la verifica del circuito mano-Tiroide con test di resistenza alla rotazione dell'altra mano sul polso, operata su un punto di probabile presenza di raggi gamma.

Per inciso, questo test è stato riconosciuto come scientificamente valido in vari esperimenti eseguiti in laboratori di Università e C.N.R., in doppio cieco, e confrontato con i dati strumentali.
Logicamente ricerca e test devono essere limitati ai letti ed ai punti di stazionamento prolungato diurno (casa e lavoro).

Quindi la ricerca di "nodi" di reti geo-magnetiche, falde acquifere sotterranee in scorrimento e micro-faglie, passa in secondo ordine, non determinante come il test suddetto.
I raggi gamma sono stati riconosciuti come causa scatenante di tumori in chi ne ha predisposizione genetica e/o ereditaria. Il così detto "terreno oncologico".

Resta invariato il rilevamento dei valori di intensità di campo elettrico (Volts per metro) e magnetico (microTesla), la ricerca della presenza di micro-onde, la verifica di radioattività ambientale (microSievert), con gli appositi strumenti elettronici.

Rilevamento del gas Radon

E' importantissimo che tutto quello con cui veniamo in contatto emani energia in fase con quella del nostro organismo

Unità di misura di radianze e campi elettromagnetici. Valori di sicurezza

Testimonianze di utenti



N1

Dispositivo di uso domestico per monitorare le principali fonti di inquinamento indoor.

ANALISI SU PERSONE

Rilevamenti dello stato energetico delle persone.

ANALISI DI PRIMO LIVELLO

Svolta da esperto con strumentazione sia radiestesica che elettronica.

ANALISI DI SECONDO LIVELLO

Metodologie e strumenti adatti anche a perizie legali.
Operatore: bio-architetto, perito di tribunale.
Strumentazione riconosciuta in campo internazionale con ritaratura annuale certificata.

STRUMENTI ELETTRONICI (PDF 430KB)

Strumentazione elettronica per rilevamenti geo-biologici

DINAMOMETRO CON CELLA DI CARICO

Rileva con estrema precisione i valori della compressione applicata al terminale.
Ottimo per evidenziare i risultati dei test chinesiologici
aggiornato:

agosto 2016