15 cibi per riattivare il metabolismo

Ti è mai capitato di sentirti come un criceto che corre sulla ruota? Cosa c’entra il criceto con il metabolismo? Niente paura, adesso te lo spiego subito. Molte volte abbiamo un metabolismo rallentato e molti sono i fattori, interni ed esterni, che ne alterano il suo naturale equilibrio.

Per questa ragione, spesso e volentieri, capita che, pur mangiando poco, abbiamo comunque la tendenza ad ingrassare o non bruciare affatto quello che mangiamo.

In alcuni casi bruciamo più di quello che dovremmo, per cui non si riesce ad ingrassare per raggiungere il proprio peso forma. Eh si, ci sono anche di questi casi, molti infatti vorrebbero avere qualche chilo in più e invece niente non riescono ad aumentare di peso.

Il criceto? Si, ci sto arrivando… spesso il nostro metabolismo è come un criceto nella sua ruota, corre, corre e corre, ma non va mai da nessuna parte… di fatto lavora male e lavora poco.

Niente paura, la natura ha pensato anche a questo, regalandoci dei cibi che aiutano a regolare il metabolismo. Se ultimamente ti senti un po’ appesantito/a, in natura ci sono molti alimenti che, presi nelle giuste dosi, possono riattivare il corretto funzionamento del tuo metabolismo.

15 alimenti straordinari per riattivare il tuo metabolismo

Pompelmo

Il pompelmo abbassa i livelli di insulina nel tuo corpo regolando il sistema di immagazzinamento del grasso. I pompelmi sono ricchi di fibre, questo è molto importante perché le fibre sono alimenti termogenici, ossia hanno bisogno di un quantitativo elevato di energia per essere assimilati.

Tè verde

Il tè verde è la principale fonte di epigallocatechina gallato, meglio conosciuto come EGCG.

Questa catechina accelera le funzioni del cervello e il sistema nervoso. In queste condizioni il tuo corpo bruciare più calorie. Attenzione a non esagerare con le dosi, ne bastano due bicchieri al giorno.

Yogurt

Gli alti livelli di proteine presenti nello yogurt naturale richiedono molta energia per essere trasformati e assimilati. Le culture di probiotici presenti nello yogurt aiutano a regolare le funzioni del tuo apparato digerente.

Mandorle

Le mandorle contengono acidi grassi che contribuiscono ad aumentare il metabolismo, ma attenzione a non esagerare perché, come tutta la frutta secca, sono anche molto ricche di calorie.

Caffè

Il caffè è la caffeina, mettono il “turbo” al metabolismo. Basta assicurarsi di non superare 2 o 3 tazze al giorno, altrimenti si rischia una serie di effetti collaterali, tra cui irritabilità, nervosismo e soprattutto l’insonnia.

Tacchino

Questa carne e ricca di proteine essenziali nella costituzione del tessuto muscolare. Le proteine, indirettamente, aiutano il tuo corpo a bruciare calorie extra e aumentano la regolarità del metabolismo. Abbiamo scelto la carne di tacchino, perché è la meno grassa che arriva sulle nostre tavole.

Mele

Come il pompelmo, questo snack a basso contenuto calorico, ma ad alto contenuto di fibre, aiuta il tuo corpo a bruciare le calorie. Le mele hanno anche un alto potere saziante, contrastando il senso di fame, aiuteranno a mangiare di meno.

Spinaci

Braccio di ferro aveva ragione su una cosa: gli spinaci possono aiutare renderci forti e sani. Oltre ad accelerare il metabolismo, sono una grande fonte di antiossidanti, magnesio, potassio, vitamina C e ferro.

Fagioli

I fagioli hanno un basso contenuto di grassi e ricca di proteine. Questi alimenti contengono molecole di zuccheri a lento rilascio nel sangue, che ti aiutano a evitare le eccessive fluttuazioni di zucchero nel sangue, responsabili tra l’altro della depressione e degli attacchi di fame nervosa.

Peperoncino

La capsaicina che si trovata nei peperoncini permette di assimilare le calorie in eccesso anche dopo ore dopo che sono state ingerite. Accelera sia la frequenza cardiaca che il metabolismo. Ne basta pochissimo, non esagerare con le dosi. Anche se il peperoncino non presenta effetti collaterali, oltre quella sensazione di calore quando viene ingerito, un consumo eccessivo rovina il sapore dei cibi e può rendere l’esperienza del pasto non molto piacevole.

Broccoli

I Broccoli contengono un gruppo di ingredienti molto importanti per il tuo metabolismo: il calcio e la vitamina C. Il calcio agisce come una “spinta” metabolica, mentre la vitamina C ne facilita l’assimilazione da parte dell’organismo.

Farina d’avena

L’avena è una fonte di carboidrati a lenta digestione, ricca di fibre e per questo in grado di fornire energia a lungo termine senza causare picchi insulinici. L’alimento abbassa il livello di insulina del tuo corpo e di conseguenza, accelera il metabolismo.

Latte di soia

Il latte di soia fortificato è ricco di calcio, che aiuta a stimolare il metabolismo. Attenzione alle varietà di latte che contengono zucchero, controlla sempre gli ingredienti riportati nelle etichette delle confezioni.

Curry

Come il peperoncino, il curry aumenta la quantità di energia necessaria per la digestione, accelerando il metabolismo. Personalmente il sapore di questa spezia non mi dispiace, ma mi rendo conto che ha un sapore particolare che potrebbe non piacere a qualcuno. Ma tieni in considerazione che recenti studi hanno dimostrato che chi fa uso di spezie per condire gli alimenti, arriva a bruciare anche mille calorie in più di chi non le utilizza. Se il curry non ti piace, puoi provare lo zenzero o il pepe di Cayena.

Cannella

Un po di cannella nel tè, ne aumenta il gusto e aiuta il tuo l’organismo a metabolizzare gli zuccheri in modo più efficace e a mantenere stabili i livelli di glicemia. La cannella può essere anche un aiuto per abbassare il colesterolo.

Conclusioni

Bene questo è tutto, ovviamente il miglior consiglio di sempre è verificare queste informazioni con il medico di base, infatti potresti essere allergico/a ad alcuni degli alimenti descritti o avere delle intolleranze particolari, senza neanche saperlo.

Se hai qualcosa da aggiungere, puoi lasciare un commento di seguito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *