Una gita in Friuli per tuffarsi nella maestosità dei suoi castelli

La regione del Friuli Venezia Giulia ha un trascorso storico costellato di numerose dominazioni che hanno portato ad un continuo avvicendamento di popolazioni diverse. Ciò, se da un lato spiega il carattere un po’ schivo dei friulani nel confronti degli stranieri, dall’altro spiega la presenza di vari castelli e fortilizi, sorti per rispondere alla necessità di controllare e difendere un territorio da sempre considerato appetibile.

Un curriculum che va dalle prime fortificazioni di origine celtica, fino alla miriade di caserme e posti di controllo per controllare il confine con la Slovenia durante la Guerra Fredda. In determinati periodi dell’anno, alcuni comuni tra cui Gorizia, Udine, Pordenone e Trieste, aprono le porte dei propri castelli ai visitatori, deliziandoli con mostre di vario genere, rappresentazioni in costumi d’epoca nonché degustazioni di prodotti locali. Ed è proprio nella città di Udine che si narra una leggenda secondo cui l’imponente castello qui presente, simbolo della città, sarebbe stato eretto su un colle allo scopo di consentire ad Attila, re degli Unni, di poter ammirare la distruzione di Aquileia.

Spostandosi all’interno della provincia di Udine, invece, è d’obbligo una visita al romantico Castello di Villalta, immerso in un contesto naturale dove il tempo sembra essersi fermato. Uno scenario così romantico che non a caso viene anche utilizzato come location per matrimoni.

La zona del triestino vanta l’incantevole Castello di Miramare, antica residenza della corte Asburgica in cui ebbe modo di soggiornare anche la principessa Sissi. Circondato da un parco di 22 ettari, il castello si caratterizza per l’affaccio panoramico sul Golfo di Trieste. Non lontano da qui si eleva il Castello di Duino, spesso sede di location per film, congressi e tour turistici che si diramano lungo le ampie stanze, gli sfarzosi salotti e le lussuose terrazze.

Il centro storico di Gorizia accoglie Palazzo Lantieri che, con la sua eleganza, costituisce un forte richiamo per i turisti che si fermano a soggiornare in questa città. Antica dimora di imperatori e scrittori del calibro di Goethe e Goldoni, il palazzo rappresenta un connubio perfetto fra storia e arte.

Considerato uno dei borghi più belli d’Italia, Cordovado in provincia di Pordenone è sede dell’omonimo castello edificato sulle vestigia di un’antica fortificazione di epoca romana. Il giardino che lo circonda è impreziosito da incantevoli sentieri che bordano circa dodici stanze di origine medievale. Il Friuli è ricco di altri diversi castelli, anche minori, ma ugualmente degni di nota. E’ il caso del Castello di Arcano nel comune di Rive d’Arcano, di Castello di Muggia, di Castello di Villafredda oppure del Castello di Spessa. Non c’è che l’imbarazzo della scelta!

Tutti i castelli sopra menzionati possono essere visitati liberamente due volte l’anno in corrispondenza dell’evento “Castelli Aperti”, che si svolge tipicamente in primavera ed in ottobre. Castelli Aperti non da modo semplicemente di visitare questi splendidi manieri, ma offre anche la possibilità di partecipare a numerose iniziative collaterali. Per scoprire tutti i castelli del Friuli Venezia Giulia e le date in cui si svolge Castelli aperti potete fare riferimento al sito consorziocastelli.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *