Come rinnovare la patente di guida

Il rinnovo della patente di guida va effettuato ad intervalli temporali molto lunghi. Può capitare addirittura di dimenticarsene. Per quanto riguarda le persone al di sotto dei 50 anni di età, la validità della patente B è di 10 anni. Mano a mano che s’invecchia, il tempo di rinnovo si accorcia. Chi ha un’età compresa tra i 50 e i 70 anni, deve rinnovare la patente ogni 5 anni.

Per gli over 70, visto che si presume che i riflessi si allentino e gli acciacchi aumentino, i rinnovi sono più frequenti, uno ogni 3 anni.

Recentemente sono state introdotte nuove regole che hanno modificato le procedure di rinnovo della patente, tra cui abbiamo la cosiddetta “regola del compleanno”.

Secondo questa disposizione del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, la scadenza della patente deve coincidere con la data di nascita del suo possessore. Comunque sia, questa disposizione si applica al primo rinnovo dopo l’entrata in vigore della legge. Facciamo un esempio per chiarire come comportarsi. Supponiamo di essere nati il 20 dicembre, mentre la patente scadrà il 3 novembre. Dovremo presentarci a un centro ACI o alla Motorizzazione entro il 3 novembre. A quel punto, la prossima data di rinnovo sarà il 20 novembre del 2025, ossia la data di compleanno immediatamente successiva alla naturale scadenza dei dieci anni.

Non preoccupiamoci troppo di questa disposizione, perché tanto la data di scadenza sarà indicata nel retro della patente, dandoci il riferimento preciso di quando dovremo avviare la procedura.

La disposizione più importante, entrata in vigore il 1° gennaio del 2014, prevede l’eliminazione dei bollini adesivi che si applicano sul retro della patente, ad indicare i rinnovi effettuati. Questo accade perché le vecchie patenti cartacee saranno sostituite dai nuovi formati plastificati del documento di guida.

Modalità di rinnovo

La pratica per il rinnovo della patente può essere avviata a partire dal quarto mese precedente la scadenza. Ci si può rivolgere direttamente all’ACI o a un’agenzia di pratiche auto o procedere con una visita all’ASL. Quello che cambia sono i costi.

Vediamo come funziona la nuova procedura. È necessario recarsi presso un ufficio postale, procurarsi due bollettini prestampati e effettuare un pagamento di € 9,00 sul c/c 9001 e € 16,00 sul c/c 4028. Conserviamo le ricevute dei pagamenti e passiamo al passaggio successivo.

Dobbiamo procurarci una foto in formato tessera, da effettuare presso le classiche macchinette che si trovano nelle nostre strade. Il costo di questa operazione è di 5 €.

A questo punto andiamo agli uffici dell’ASL e prenotiamo una visita medica per il rinnovo della patente. Il costo può andare dai 25 € ai 50 €. Il giorno della visita presentiamoci con :

  • Documento d’identità valido
  • Patente di guida in scadenza
  • Codice fiscale
  • Ricevute dei bollettini
  • Due fototessere
  • Attestazione del pagamento dei diritti sanitari

Il medico procederà alla visita e se non riscontrerà patologie che impediscono alla persona di guidare l’automobile, rilascerà un documento di guida provvisorio. Nel frattempo trasmetterà tutta la documentazione al Ministero dei Trasporti e entro 15 giorni riceveremo a casa la nuova patente, tramite posta assicurata che comporta un ulteriore spesa di 6,80 €.

Se abbiamo fretta e non vogliamo districarci in questo lungo iter, possiamo andare presso un’autoscuola e prendere appuntamento per la visita medica. Saremo seguiti per tutta la procedura, ma i costi lieviteranno notevolmente.

Parliamo di una spesa che può anche raddoppiare, considerano anche le commissioni dovute all’agenzia per il servizio. Se procedendo con l’ASL, per tutta la pratica andremmo a spendere intorno ai 75 €, con un’agenzia di pratiche auto, la spesa complessiva si poterà intorno ai 130 €.

Se la patente non arriva

Se la patente non ci arriva a casa entro 15 giorni lavorativi, è possibile chiamare il numero verde 800979416, in qualsiasi momento. Si tratta di un risponditore automatico, che inserendo tramite tastiera i numeri della pratica, ci restituirà lo stato della spedizione.

Per parlare con un operatore, invece, si deve chiamare il numero 80023323, in orario d’ufficio, vale a dire dal lunedì al venerdì, dalle ore 08.30 alle 14.00 e dalle 14.30 alle 17.30.

Sanzioni per guida con patente scaduta

Guidare con la patente scaduta non è consigliabile. Si rischia una multa compresa tra i 148 euro e i 594 euro. In alcuni casi è previsto anche il ritiro della patente.

Inoltre in caso d’incidente, l’assicurazione perde di validità, con gravissime ripercussioni economiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *