Il piacere dello shopping in viaggio

Il piacere dello shopping in viaggio è amplificato perché unisce due passioni: quella per gli acquisti e quella per la scoperta di posti nuovi. Chi è abituato a fare compere in un centro commerciale o a recarsi sempre negli stessi negozi a cui è affezionato può portare una ventata di freschezza nelle proprie consuetudini cambiando, per una volta, comportamenti. Se si pensa al fatto che l’occasione di un viaggio può essere sfruttata anche per approfittare di prezzi più bassi del solito e di un notevole risparmio, viene proprio voglia di dedicarsi a questa modalità di shopping.

Il segreto sta nell’affidarsi ai duty free, vale a dire i negozi situati nella zona franca di ciascun aeroporto: negozi che, come noto, vendono tax free. Proprio questo è il motivo per cui i clienti e i consumatori hanno la possibilità di fare affari convenienti: l’assenza di Iva e imposizioni fiscali permette di avere a che fare con prezzi più bassi del solito. Insomma, girare tra gli scaffali di un duty free può non essere solo un modo per ingannare l’attesa ed evitare di annoiarsi mentre si aspetta il proprio aereo, ma anche un’occasione da non perdere per fare delle compere decisamente vantaggiose. Profumi e gioielli, orologi e vestiti, ma anche borse firmate e molti altri articoli che, al di fuori dell’aerostazione, costerebbero molto di più.

Occorre uscire dall’ordine di idee secondo il quale in un duty free si può fare affari solo acquistando gli alcolici, le sigarette, il cioccolato e i profumi, dal momento che in questi negozi si trova realmente di tutto. Non mancano, per esempio, gli shop di brand e marchi di nicchia: è un’opportunità per scoprire accessori e capi di abbigliamento con cui sarebbe difficile entrare in contatto in altro modo. E ancora, ci si può sbizzarrire tra scaffali con dischi d’annata e libri che si pensava fossero introvabili, ma anche dvd non ancora usciti nel nostro Paese.

A seconda dei duty free – e degli aeroporti in cui ci si trova – gli affari possono essere differenziati, ma tutti ugualmente interessanti. A Londra l’aeroporto di Heathrow è molto apprezzato da chi ha la passione per i libri rari: sembra strano a dirsi, ma tra un gate e l’altro si ha la possibilità di trovare volumi introvabili, come se ci si trovasse in una sperduta libreria di qualche borgo tra i mondi. Molto interessante, dal punto di vista dello shopping, è anche l’aeroporto Incheon della capitale della Sud Corea, Incheon, dove si possono trovare borse di lusso a prezzi bassi: è il caso dell’outlet del marchio Louis Vuitton, che mette a disposizione una vasta gamma di accessori, alcuni dei quali in edizione limitata, capaci di far girare la testa alle fashion addicted.

E, a proposito di shopping in viaggio, è bene ricordare che volendo gli acquisti possono essere effettuati addirittura a bordo dell’aereo, mentre si è in viaggio: è sufficiente dare un’occhiata al catalogo di bordo per mettersi in cerca dei prodotti a cui si è più interessati, trovando sconti fino al 20% e potendo pagare con la carta di credito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *